Io, tu e le piramidi di Limbrunire – Segnalazione

Aedifico spazio autori

Io, tu e le piramidi

Di Limbrunire

Segnalazione

Oggi nella rubrica Aedifico spazio autori accolgo con piacere Limbrunire e il suo romanzo Io, tu e le piramidi edito Nulla die Edizioni.

Commento

Filippo, Sofia, Bibi, Iris, Norah, Muddy e Il Paolini sono alcune delle tante persone che ho incontrato in Io, tu e le Piramidi. Scrivo di loro come fossero un unico gruppo perché, nonostante i filoni narrativi e le trame differenti, esse possono racchiudersi in una sola sfera di luce abbagliante, la quale getta ombre dove s’incontrano tempi di vita vissuta, storie concluse sulla scia delle scelte: la sfera umana. Intorno ad essa s’intrecciano le ombre e le vicende che innervano la vita di ognuno di loro; si parla dell’amore come un canto alla bellezza che getta un occhio alla naturalità istintuale; si racconta la malattia che ineluttabile innerva il corpo; si guardano in faccia le paure e la finitezza dell’esistenza. Attorno e al centro della narrazione della sfera umana che Francesco (Limbrunire) ha costruito risuona una melodia dalle innumerevoli andature. La tensione delle vicende è dettata dall’utilizzo di frasi concitate, in cui regnano le virgole, le quali si piegano a favore della musicalità delle parole. Io, tu e le piramidi è una storia dal sapore universale che, attraverso le vicende individuali e personali riesce a gettare uno spiraglio di luce sulla concezione, la convinzione e l’opinione che gli esseri umani hanno di loro stessi e del mondo.

Trama

Le relazioni amorose leggere e leganti, i viaggi di lavoro e le avventure volte a riscoprire se stessi. Morte, malattia e apparenti sventure dettate dal caso. Le scelte di una e molteplici vite. Elementi e argomenti che si intrecciano nella vita di ogni personaggio di questo racconto onirico, bucolico e reale.

Biografia

Limbrunire (Francesco Petacco) nasce a Sarzana (La Spezia). Cantante, musicista e produttore, vince nella categoria band il Premio Lunezia 2009 con il brano La  Giostra. Con il gruppo rock-pop Trenet produce un Ep. e l’album Non Vestiamoci, ed è finalista al Premio Inedito 2015 nella categoria testi. Nel 2016 vince il Premio Autore Controcorrente Pino Daniele e nel 2018 pubblica La Spensieratezza suo primo album solista edito da A Buzz Supreme. Durante Il Tenco Ascolta riceve il Premio Energia e Musica e arriva in finale nel contest indetto da Edizioni Curci/L’Autore Il mestiere della musica. Nel 2019 è inserito da iMusician Digital nello loro Top5 Artist mondiale. Nel 2020 pubblica Kalpa, un Ep. strumentale che promuove con un’installazione interattiva. Io, tu e le piramidi è il suo primo romanzo.

Estratti

I

“La foto è bellissima, lei è bellissima, perché le è stata ingenuamente rubata l’eternità della frazione di un secondo, il caso ha voluto che in quel preciso momento forze differenti convogliassero tutte in un unico senso, che una persona qualunque e di passaggio notasse dall’altra parte della strada l’indifferenza di una persona al contesto in cui si trovava volontariamente, persa nel comodo traffico ornamentale della sua immaginazione, lieta e intenta a ingannare l’attesa, a catalogarla in un petalo di rosa a mo’ di centrotavola. Lei non si accorse di nulla, dopo lo scatto il fotografo si presentò con un biglietto da visita, congratulandosi e ringraziandola per aver posato in maniera egregia, per esser stata la sua musa, lei in notevole imbarazzo annuì rimanendo a bocca aperta.”

©Estratto Io, tu e le piramidi di Limbrunire, Nulla die Edizioni, 2021, per gentile concessione.

II

“La collina sembra il carapace di una tartaruga, la gobba di un dromedario, la cassa armonica di un violino, ripeti Paganini, ripeti ancora e non ti fermare. Sto singhiozzando la mia bipolarità di ridente pianto, di gioia e turbamento. Per la prima volta affronto un volo senza paracadute e non so dove atterrare, non trovo il libretto d’istruzione, né la valvola per interrompere la pressione, per mozzarne il flusso e alleviarne l’impatto. Le lacrime esondano l’argine delle pupille e allagano le guance aride, arse in superficiale noncuranza, di mancato raccolto, incenso colato. Scendono giù lungo il collo, cadono a terra sfiorando la manina di Filippo che ride.”

©Estratto Io, tu e le piramidi di Limbrunire, Nulla die Edizioni, 2021, per gentile concessione.

III

“Prima però si è concesso un anno sabbatico in India, dove ha viaggiato con lo zaino in spalla senza nessun itinerario prestabilito, lavorando come lavapiatti a Mumbai e poi in una risaia di Bandipora, al confine con il Pakistan. Lì ha conosciuto Nadir, sua attuale compagna, una bellissima ragazza indiana che l’ha introdotto prima alla filosofia yogi e successivamente alla dottrina buddista. Adesso vivono assieme sulle colline di Settignano e hanno aperto una piccola scuola, hanno due bambine, girano scalzi in casa e non hanno il televisore. Hanno invece un piccolo orticello, qualche ulivo, tre galline ovaiole e una gompa tibetana dove sorseggiano tisane alla citronella e foglie di tè verde, meditando tra incensi, candele profumate e canti dell’Om.”

©Estratto Io, tu e le piramidi di Limbrunire, Nulla die Edizioni, 2021, per gentile concessione.

Approfondimenti e curiosità

Raccontare storie: 23 aprile 2019

Parola all’autore, Francesco Petacco

Il 23 aprile 2019 sono stato vittima di un incidente in moto mentre mi dirigevo a lavoro: una banale scivolata mi ha causato una frattura scomposta di tibia e perone. In ospedale ho conosciuto Davide, convalescente da una frattura alla clavicola rimediata in una caduta durante le fasi finali di una gara ciclistica.

Durante gli esami di routine a Davide hanno diagnosticato la sclerosi laterale amiotrofica e da allora non c’è giorno in cui io non passi a salutarlo. E se non riesco cerco comunque di stargli vicino telefonicamente. Gli piace la mia voce e come racconto le storie, pensa che io sia un vero amico, benché io creda solamente di fare ciò che è giusto fare, senza un perché in particolare. A volte non servono perché e nemmeno risposte. Occorre solamente assecondare la voce silenziosa che alberga in ognuno di noi.

©Estratto Io, tu e le piramidi di Limbrunire, Nulla die Edizioni, 2021, per gentile concessione.

Scheda Libro

  • Titolo: Io, tu e le piramidi
  • Autore: Limbrunire (Francesco Petacco)
  • Genere: romanzo – narrativa contemporanea
  • Editore: Nulla die Edizioni (febbraio 2021)
  • N. Pagine: 145
  • Prezzo: 15,00€ (copertina flessibile)
  • ISBN: 9788869153150

Scopri di più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...